Anna Oxa: Proxima

(2010)

E’ possibile incidere un disco contenente canzoni di artisti quali Ivano Fossati, Pacifico, Francesco Bianconi (Baustelle), Mara Redeghieri (Ustmamò), Paolo Archetti Maestri (Yo Yo Mundi) e riuscire lo stesso a non convincere del tutto? Dodici canzoni dopo (per essere precisi, undici più la traccia fantasma), verrebbe da rispondere sì.

Con ProximaAnna Oxa ritorna alla musica dopo quattro anni di silenzio, proseguendo il suo percorso, distaccandosi a tratti dal pop per arrivare a una sorta di intimismo da italica decadenza. Oggi non si definisce più artista, termine oramai inflazionato, bensì una ‘ricercatrice’ che ha realizzato un album etico e innovativo, manifesto delle sue idee e dei suoi suoni. Chiaro segnale di come la crisi della ricerca, almeno in Italia, sia una cosa piuttosto seria.

Il disco si apre con quello che forse resta il miglior pezzo, quel singolo scritto per lei da Ivano Fossati, con un titolo alla Fossati (Tutto l’amore intorno), a più di trent’anni di distanza dalla memorabileUn’emozione da poco, che suggellò un sodalizio artistico di tutto rispetto. Nel brano lo stesso artista Genovese suona il pianoforte e canta nel finale. Altre canzoni da segnalare sono La differenza e Apri gli occhi di Pacifico (anche se dal sapore di già sentito), mentre in Lodestarsi rimpiange la presenza dei Piccoli Cantori di Milano e l’assenza (cantata) di Mara Redeghieri, tra gli autori del brano. Perché, bisogna ammetterlo, una delle cose più fastidiose in tutto il disco, è costituita proprio da alcune tracce vocali registrate dalla Oxa.

I testi sono forse il vero punto di forza di Proxima, arrivando a trattare di spiritualità, di esistenzialismo, di ostacoli e cambiamenti. Le musiche non sempre riescono a convincere, così come non sempre convincono alcune scelte negli arrangiamenti. Va comunque apprezzato il tentativo di provare a creare qualcosa di diverso, coinvolgendo artisti di primo piano in un album uscito per un’etichetta indipendente. Va apprezzato, nonostante resti un’uscita discografica che non entusiasma ancora e ci lascia in attesa della Proxima

Tracklist:

01. Tutto l’amore intorno (ft Ivano Fossati)
02. Ammesso che un Dio esista
03. Scarpe con suole di vento
04. Apri gli occhi
05. Dopo la neve
06. La differenza
07. Lodestar
08. Haiku
09. La tigre
10. Parole al mondo
11. Pesi e misure
12. Bonus track

(Pubblicato su PopOn)

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: