Syria: Scrivere al futuro

(2011)

Per Syria Scrivere al futuro è, almeno sulla carta, un ritorno al passato. Dopo l’escursione nell’indie con un disco di cover e quella nell’elettronica con il progetto Airys, in questo nono album Syria torna al pop. In tutti questi anni trascorsi (l’ultimo lavoro di inediti firmato Syria è di cinque anni fa), l’interprete romana ha avuto modo di lavorare in teatro con Paolo Rossi e con Francesco Paolantoni, di fare una breve apparizione al cinema nel film “Manuale d’amore 2” e di condurre un programma televisivo per bambini, forse cercando il momento giusto per tornare in sala di registrazione.

E il momento giusto sembra essere arrivato con le otto canzoni che compongono questo lavoro. Nel disco i testi sono scritti da Dario Moroldo (il cantante degli Amari) e le musiche da Sergio Maggioni (che dell’album è anche produttore), con i quali aveva già avuto modo di collaborare in passato.

Anticipato da Sbalzo di colore, l’album strizza l’occhio al pop degli anni ’80 e porta con sé il fresco sapore della primavera, pieno di colori e di una leggerezza che negli ultimi tempi sembrava smarrita. E’ un album nel quale i nomi famosi si trovano solo nei ringraziamenti e forse proprio in questo sta la sua forza; nel disco appare semplicemente Syria, per quella che è oggi.

L’esperienza sanremese, quella più datata di Sei tu e quella più recente di Fantasticamenteamore, è lontana. Sbalzo di colore, canzone presentata e scartata alle selezioni dell’ultimo Festival di Sanremo, è un’avventura nei colori, dal giallo al blu, dal verde al rosso, e rappresenta le tappe della vita di tutti i giorni (anche se non ha niente a che vedere con la teoria dei colori tanto cara a Goethe).

Nel disco si parla di rancore (Le volpi) e d’invidia (Dopo ma prima di me), dell’amicizia tra uomo e donna (Amavi nelle donne, la canzone che più ci convince) e dell’amore, che sia per una figlia alla quale si scrivono lettere piene di consigli (Scrivere al futuro) o che sia per gli ex (Ritorni nei sogni) o per gli amici (Innamorarsi senza accorgersi). E’ un disco pop che non inventa nulla, ma che si lascia ascoltare senza troppa fatica.

Tracklist:
01. Sbalzo di colore 
02. Scrivere al futuro
03. Amavi nelle donne
04. Le volpi
05. Innamorarsi senza accorgersi
06. Ritorni nei sogni
07. Dopo ma prima di me
08. La nostra città 

(Recensione pubblicata su PopOn)

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: