Dente tra di noi

Dente su Popon

Torino, 5 novembre 2011

Il 28 ottobre è iniziato il tour di Dente, tournée che porta lo stesso titolo del nuovo disco, Io tra di noi, e che lo vedrà girare la penisola fino al prossimo febbraio. Noi di PopOn siamo andati personalmente a farci un’idea del potenziale live di questa giovane scommessa (vincente) della musica italiana, e sabato 5 novembre eravamo all’Hiroshima Mon Amour di Torino. In quell’occasione non è stato registrato il sold out, ma è un fatto che gli spettacoli di Dente richiamino sempre più pubblico. Probabilmente non solo per un dilagante apprezzamento musicale, quanto per il tipo di rapporto che il cantautore di Fidenza riesce a instaurare con i suoi estimatori fin dalle prime battute del concerto. Lo notiamo subito: Dente cerca sin dall’entrata in scena un rapporto diretto con il proprio pubblico, come se si trovasse ancora a suonare in un piccolo locale del circuito Arci.

Ma andiamo per ordine. Il concerto viene aperto da Bianco, ventisettenne cantautore torinese che, con sei canzoni tratte dal suo album Nostalgina, cerca di riscaldare il pubblico di casa. Poi il cambio palco, e i tre musicisti (Gianluca Gambini alla batteria, Andrea Signor Solo Cipelli alle tastiere e Nicola Faimali al basso) iniziano a suonare Piccolo destino ridicolo, anticipando l’ingresso di Dente e gli applausi dei presenti. Come scenografia una tenda grigia sulla quale un gioco di luci riproduce la copertina del disco. Dopo Saldati e La settimana enigmatica, il pubblico si scalda e inizia a cantare sulle note di Quel mazzolino eIncubo. A questo punto Dente chiede ai presenti “raccontatemi qualcosa di voi”, facendo iniziare un simpatico siparietto sulla geografia italiana, anche grazie a ragazzi arrivati da Firenze e da Vicenza (“Non sono molto ferrato in geografia, ma Firenze forse è più lontana; una va calcolata in orizzontale e l’altra in verticale. Datemi un compasso, o un compassato, che verifichiamo”).

Dente su Popon

Con la sesta canzone, Io sì, si è tornati al nuovo album, per poi far cantare il pubblico sulle note di A me piace lei, sfumata nella dolcissima Casa tua. L’atmosfera si fa simpatica quando Dente ironizza con i ragazzi in prima fila, chiedendo loro di non spiare la scaletta. E ancora musica. Dopo le ultime tre canzoni di Io tra di noi (Da Varese a quel paeseGiudizio universatilePuntino sulla i), il pubblico si lascia definitivamente andare intonando brani dei vecchi album, da Baby building aIo della bellezza non me ne faccio un cazzo, da Stella a Sogno e a Le cose che contano. Ma Dente non finisce di cercare il contatto e propone un sondaggio che divide il pubblico tra chi lo preferisce con la barba e chi lo vorrebbe senza. Poi una meritata pausa di qualche minuto prima di riprendere il concerto con Buon appetito e L’amore non è un opinione. Le luci accese sulla sala gli permettono improvvisamente di acquisire una consapevolezza: “Come mai siete così tanti?”, il pubblico ormai infarcito di ironia non esita a rispondere: “Siamo qui per Bianco”. E giù risate, poi di nuovo musica, per un finale in crescendo con Beato meLa cena dell’addio e Vieni a vivere come me.

Il concerto ci ha piacevolmente intrattenuto un’ora e mezza, nonostante l’acustica dell’Hiroshima Mon Amour. Siamo soddisfatti. E pensare che nel 2007 il pubblico presente a un concerto di Dente si contava sulle dita di una mano, i fan sono decisamente cresciuti, ma Dente è rimasto lo stesso di allora. Ha bisogno del suo pubblico, vuole sentirlo, e non lo nasconde. Si rivolge a lui, lo coinvolge e lo considera una somma di individualità. Uno scambio umano che rende questo giovane cantante diverso dai suoi ‘distanti’ colleghi, decisamente un Io tra di noi.

(Pubblicato su PopOn)

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: